Omodeo - QHSE policy

La storia
L'azienda oggi
Brochure
Video
Gallery
QHSE policy
Qualità
Organigramma
Servizi tecnici e assistenza
Laboratorio chimico
Raffinazione materiali
Marcatura laser
Tabella prodotti
Leghe di stagno
Leghe Lead Free
Leghe a base di indio
Leghe fusibili
Metalli bianchi
Atripsis athermo
Atripsis
Anodi
Fili saldanti
Nastri
Preformati
Verghe
Flussanti
Anossistan®
Resistann®

Qualità aziendale > QHSE policy

Politica QHSE   





- La qualità è il nostro principale vantaggio competitivo

- Esigenze e le aspettative dei nostri clienti devono essere soddisfatte

- La differenziazione è ottenuta attraverso l'eccellenza operativa e lo sviluppo di prodotti e servizi innovativi e affidabili

- Siamo impegnati a sviluppare un business sostenibile a lungo termine

- Prevenire l'inquinamento e ridurre al minimo l'impatto ambientale delle nostre attività

- Fare l'uso più efficiente delle risorse naturali

La qualità di prodotto è caratteristica imprescindibile della produzione Omodeo; il controllo su ogni singola produzione è gestito da personale qualificato supportato dai tecnici del laboratorio. Per il raggiungimento di tale obiettivo, la società si impegna costantemente a potenziare ed ottimizzare il proprio Sistema di Gestione per la Qualità. La società, dal 1927 fino ad oggi, si è sempre dedicata sullo sviluppo di nuovi prodotti garantendo al mercato un’estrema versatilità produttiva e capacità di innovazione nel campo delle leghe di stagno e di altri metalli speciali.

Il rispetto di principi etici, della sicurezza delle condizioni lavorative, della salute delle persone e dell’ambiente sono elementi indispensabili dell’attività aziendale. Il rispetto delle norme ISO9001 e delle norme tecniche di settore, delle normative di legge attinenti alla propria attività e tipologia di prodotto, e la capacità di affrontare una realtà in costante cambiamento costituiscono il carattere distintivo della società e i principi di riferimento per le attività aziendali.

Nel 1999, l’ottenimento della certificazione ISO 9001 è stato il passo concreto che l’Azienda ha compiuto per poter offrire le più serie garanzie riguardo alla qualità della propria produzione.



Certificati 2014-2017 per le seguenti attività (da settembre versione ISO 9001:2015):
- Produzione di leghe a base stagno, adatte alla saldatura leggera
- Analisi chimica


Certificati ISO9001:2008



La società identifica la salute e la sicurezza dei propri dipendenti, la soddisfazione dei propri clienti e la tutela dell'ambiente come fattori chiave della propria attività; l'intera organizzazione è orientata verso il raggiungimento di questi obiettivi in ​​modo aperto e trasparente.

Qualità, Salute, Sicurezza e gestione ambientale sono fattori integrati in tutti i processi aziendali.

La direzione è responsabile e costantemente impegnata a raggiungere l'eccellenza nella qualità, salute, sicurezza e prestazioni ambientali per ottenere risultati di business di successo.

La società si impegna a formare tutti i suoi dipendenti nel l'uso appropriato dei sistemi di gestione della qualità, salute, sicurezza e ambiente, rafforzando la sua gestione attraverso l'aggiornamento delle competenze professionali e manageriali.

Niente è più importante della salute e della sicurezza di tutti coloro che lavorano per noi e usano i nostri prodotti.

Omodeo A.&S. Metalleghe si è adoperata per rendere sempre più efficienti da un punto di vista energetico le nostre sedi; il recente trasferimento nella nuova sede produttiva ha permesso di ottimizzare consumi energetici e trasferimenti, ed implementare i sistemi di trattamento e recupero delle acque nel sito produttivo storico di Agrate. La salvaguardia dell’ambiente in Omodeo A.&S. Metalleghe non viene vista come semplice policy aziendale e quindi come un semplice obbligo a cui adempiere, ma come vera e propria strategia di lungo periodo che garantisca la continuità aziendale da un lato ed un sempre miglior soddisfacimento dei bisogni dei nostri consumatori dall’altro.

Le direttive europee 2002/96/CE (WEEE) e 2011/65/CE (RoHS) e la direttiva 2000/53/CE come modificata dall'emendamento 2002/525/CE (End Life Vehicles), hanno segnalato il 1° luglio 2006 come termine ultimo per l'eliminazione del piombo all'interno dei sistemi elettrici ed elettronici, e per l'individuazione della presenza di piombo nei veicoli automobilistici, in modo da prevenire un eventuale inquinamento ambientale a seguito della dismissione dell'utilizzo dei veicoli stessi. Il trend generale dunque è quello di sostituire ed eliminare completamente l'utilizzo del piombo.

Le nuove direttive adottate nel febbraio del 2003 dalla Comunità europea impongono così restrizioni sull'uso di determinate sostanze pericolose nella costruzione di vari tipi di apparecchiature elettriche ed elettroniche. Sono collegate strettamente con la direttiva sulla rottamazione di apparecchiature elettriche ed elettroniche RAEE 2002/96/CE che regola l'accumulazione, riciclaggio e recupero per le apparecchiature elettriche e fa parte di un'iniziativa di legge per risolvere il problema dell'enorme quantitativo di rifiuti generati dalle apparecchiature elettroniche obsolete.

I principali problemi derivanti da questo tipo di rifiuti sono la presenza di sostanze considerate tossiche per l'ambiente e la non biodegradabilità di tali apparecchi. La crescente diffusione di apparecchi elettronici determina un sempre maggiore rischio di abbandono nell'ambiente o in discariche e termovalorizzatori con conseguenze di inquinamento del suolo, dell'aria, dell'acqua con ripercussioni sulla salute umana. Questi prodotti vanno trattati correttamente e destinati al recupero differenziato dei materiali di cui sono composti evitando così uno spreco di risorse che possono essere riutilizzate per costruire nuove apparecchiature oltre alla sostenibilità ambientale.






scarica pdf